Google+ Followers

venerdì 9 giugno 2017

I PRIGIONIERI DEI SOGNI SUL NUOVO LIBRO DEDICATO AL NOSTRO PAESE, CASTIGLIONE D'ADDA


E' di questi giorni la consegna del nuovo libro approntato dall'amministrazione comunale sulla storia del nostro paese , attraverso le sue associazioni.
Noi pur essendo un piccolo gruppo, abbiamo l'onore di esserci. Credo che il nostro scopo , AMARE E FAR AMARE la montagna nel modo più bello e pulito, sia ogni volta che si va in cita, centrato in pieno. Qualcuno esagera , anche se mi rende felice, dicendo che ha scoperto i monti grazie a me, però davvero camminare con questi amici regala sensazioni uniche, specialmente con chi ci va poco in montagna e scopre ogni volta qualcosa di nuovo e bello.



Noi ormai sono dieci anni che si va insieme in montagna e la cosa che ci inorgoglisce è il fatto che per stare con noi , certe persone arrivano da lontano, anche molto lontano..Sardegna, Piemonte, liguria e anche molti altri posti. Credo che oltre alle montagne belle, alla splendida compagnia, anche la nostra CASTIGLIONESITA', quel misto di paesanità ma unito a tanta disponibilità e voglia di fare che ci rende quasi unici.
 A proposito del gruppo, questa foto è dell'86 , ma guarda nella foto dopo chi , già allora , mi tostava i maroni , come lo fa oggi nelle varie uscite..
 Vediamo se indovini chi c'è sotto di me, quasi in vetta alla Grigna meridionale in quel lontano settembre 86. Il gruppo PRIGIONIERI DEI SOGNI  non c'era ancora , ma io ero già prigioniero di un incubo che ormai non passa più..


P.S. questi sono solo alcuni prigionieri, quelli che sfoggiano la nuovissima maglietta, ma ce ne sono tantissimi altri.
..e molti mancano ancora.
Emiliano..

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa