Google+ Followers

domenica 1 novembre 2015

QUELLO CHE PENSO SUI SEPARATI RISPOSATI..


io non sono un Cristiano modello, di quelli da ammirare e imitare..anzi, credo sia uno dei peggiori ed insignificanti, però spesso mi piace prendere in mano il Vangelo e provare a capire cosa mi dice, cosa insegna, il Libro della vita, alla mia esistenza.
Ci sono tanti brani bellissimi, qualcuno veramente stupendo, vedi le Beatitudini, però io oggi vorrei soffermarmi su un brano famoso ma che a me rivela cose ogni volta inaspettate..IL PADRE MISERICORDIOSO..
In genere, ci si ferma sulle due bellissime figure, il Padre che aspetta, accoglie e perdona il figlio..e il ragazzo che pentito decide di umiliarsi e tornare nella casa dove ha vissuto.
Io però vorrei soffermarmi su una terza figura, forse la meno importante, ma per mela più significativa per noi Cristiani che solitamente assomigliamo sempre di più a questo figlio.
Il ragazzo rimasto fedele al padre si lamenta che lui essendo sempre stato fedele e coerente non ha mai preso niente, mentre il PRODIGO che ha dilapidato tutto è anche premiato ..dal vitello grasso.
Ecco, io credo che noi credenti siamo molte volte uguali a questo figlio e il caso dei separati risposati è palese.  La regola comanda che un separato o una separata che non convivono con un'altra persona, restando quindi soli, possono accedere al sacramento, mentre chi va a vivere con un'altra donna o uomo, si trova in uno stato di MORE  UXORIO, quindi in peccato gravissimo e non degna del corpo di Cristo. A parte che mi sembra una regola un pò stupida e ti faccio un esempio..se io resto solo e scopo con una donna anche diversa ogni sera, per assurdo posso comunicarmi, basta confessare un generico peccato, mentre chi decide di provare ad amare ancora non può farlo..BHA..dura lex sed lex, però non  capisco..poi aggiungi che certi parroci ( che conosco personalmente  ) per non sbagliare non la davano a nessuno la sacra particola e il quadro è completo. Regole assurde, perchè chi la separazione l'ha subita non ha colpe, ma a volte la Chiesa, certa Chiesa sa solo essere maestra e non Madre. Non immagini  da quanti cattolici, ferventi, praticanti ho sentito giudicare la cosa in modo positivo, giustificandosi col fatto che loro hanno fatto fatica nella fedeltà, nell'amore nel sacrificio ed hanno tenuto duro..palle, per me sono tutte palle..hanno solo avuto  la fortuna di non incappare in certe spiacevoli situazioni. E' un pò come nei rapporti prematrimoniali..loro non li hanno avuti e ne sono fieri, considererebbero un grave errore un pò di elasticità ( e lo vedi dai loro figli, anche se spesso , chissà come e perchè le loro figlie restano in cinta..noi diciamo che le figlie di Maria son le prime a darla via ) sempre pronti a pontificare e giudicare, proprio come i loro genitori. Io personalmente da fidanzato mi sono divertito molto e tornassi indietro lo farei più ancora e certi cattolici, col sesso, mi sembrano proprio un pò disadattati e maniaci, però scaricano sugli altri queste loro , secondo me, invidie e gelosie.  Secondo me, la fortuna della Chiesa è che abbiamo un grande papa, che cerca di capire i problemi e le sofferenze della gente, cercando di fare capire e vivere  meglio, ma non da servi sciocchi il vangelo. E permettimi un'ultima cosa, sia sul mio comportamento che su chi forse la chiesa ultimamente non ha saputo amare abbastanza.. Nel Vangelo non c'è nessun giudizio o condanna sui peccati sessuali..anzi..PROSTITUTE E PECCATORI CI PRECEDERANNO NEL REGNO DEI CIELI..ma l'unico giudizio che Gesù fa sulla parte fiale della vita è questo..AVEVO FAME E MI HAI DATO..AVEVO SETE E MI HAI DATO ERO NUDO PRIGIONIERO , MALATO E PELLEGRINO  E MI HAI ACCOLTO ( a proposito di pellegrino, come ci mettiamo noi pseudo buoni cristiani nei confronti di chi arriva affamato e bisognoso da terre lontane ?? ) per cui io credo che separato, ammogliato , celibe o qualsiasi modo di essere, alla fine contino solo l'amore e la carità e su quella saremo giudicati..e non credere sia una giustificazione alla mia vita o a quella di molti..io credo sia molto più facile fare una scopata in meno, che un gesto d'amore verso chi magari non rientra tra i miei canoni usuali di vita..

Emiliano..

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa