Google+ Followers

martedì 6 dicembre 2016

A TE CHE....



Il tempo, lento e inesorabile, ci ha lasciato , sul viso e nell'anima, i segni del suo passaggio e ci capita a volte di sorridere nel riguardare quello che eravamo e quello che siamo diventati.
Ricordiamo i nostri sogni,le nostre fantasie e, se da una parte la gioia di averne realizzati molti e di non esserci mai ostacolati nel nostro vivere più bello, dall'altra ci immalinconisce il pensiero che più si va avanti, più diventa difficile convivere con le nostre speranze ,i nostri desideri di ragazzi che insieme si affacciavano alla vita.
E' passato tanto tempo eppure mi scopro ancora ad ammirare la tua bellezza, che a volte , sbagliando do per scontata..a stupirmi ancora del fatto che tu abbia scelto me, che insieme ci siamo scelti allora e ci scegliamo ogni giorno.
Che  dall'alba vivida e carica di colori, fino al tramonto pieno di malinconia e di atmosfere  che ti portano a meditare sul giorno passato insieme, noi siamo, cerchiamo di essere una cosa sola,con piccoli gesti, piccole attenzioni che però ripetute formano e colorano una vita intera.
Mi piace il tuo sorriso, con quelle fossette che sembrano allargarlo all'infinito , probabilmente la prima cosa che, quel lontano giorno mi ha colpito.
Mi piace la tua voglia di scherzare, di prendermi benevolmente in giro, perchè se nella vita non si sa sorridere..nonostante tutto, cosa ci resta?'
Mi piaci tu e basta e ogni sera, ponendo il capo vicino al tuo e riposando nel sonno leggero e ristoratore, ringrazio Chi , anni fa , mi ha regalato questa occasione per essere felice, consapevole che non sempre è facile, ma che, se ogni volta che si cade, si ha la forza e il coraggio di darsi una mano per riprendere il cammino e ricominciare a vivere, l'amore non può che vincere e regalare felicità immense.
Emiliano..

1 commento:

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa