Google+ Followers

mercoledì 9 maggio 2012

LA MIA STELLA ALPINA...

se anche fosse l'unica cosa che ho visto oggi,
 la stella alpina è così bella che merita ampiamente la fatica,
E' valso tutto questo,
 il supplizio del distacco dal caldo e accogliente letto,
 il lungo viaggio,perchè  da noi le montagne non sono proprio vicinissime, 
le imprecazioni ogni volta che il pendio diventava così ripido 
da mozzare il fiato e da romperti le gambe..
ma anche le gioie ,
la soddisfazione di superare ogni volta le mie paure,
la forza di essere più forte delle mie debolezze,
la gioia solita ,ma sempre nuova della cima
inondata dal sole,
l' amicizia che mi lega a queste persone che ,
ancora una volta sono con me...


Col sole ,la stella alpina sembra svettare
 cullata dal vento che le accarezza i petali,
ma se il sole è coperto dalle nubi ,
sembra gonfiarsi per difendersi dal freddo...
La sua bellezza è così rara e speciale,
da essere quasi in via di estinzione..
ed è per questo che io non le raccolgo mai,
lasciandole così belle e particolari,
nel loro ambiente ,
freddo ,difficile 
ma veramente unico 
nella sua orrida bellezza..
Io amo le cime ,
 i panorami mozzafiato,
ma nel mio cuore ,
amo anche tantissimo 
questi piccoli e per qualcuno insignificanti 
segni della ricchezza della natura..
Natura che ,anche in questo modo,
ripaga 
chi ,mettendosi in gioco,
entra nel suo esclusivo ambiente 
e rispettandola ,
ne esce migliorato...


EMILIANO

2 commenti:

  1. Oddio che bei pensieri escono da quel tuo cuore,capace di guardare oltre che vedere e apprezzare il nostro mondo. Sei speciale,lo sai?

    RispondiElimina

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa