Google+ Followers

mercoledì 30 maggio 2012

IL FREDDO DELLA NOTTE....

è tutto un silenzio, si sente solo lontano il latrare dei cani e il rumore del vento che alza la polvere che brucia la gola oltre il mio cuore arido e spaventato..
Dove c'era un paese,con le sue bellezze, i suoi problemi ,la sua vita di ogni giorno,adesso c'è solo disperazione e calde lacrime...anche le campane che la mattina di pasqua,dopo giorni di silenzio salutavano la nuova vita ,ora se ne stanno zitte ,rovesciate per terra ,riempite di terra e sassi...
MA DOV' E'  DIO, IL PADRE CHE CI AMA TUTTI..???
come può permettere che le case,forse il posto più sicuro dove vivere,si siano tutte accartocciate come carta strappata??
Pechè la natura ci fa questo...perchè questa terra che tanto amiamo ci si rivolta contro???
Però verrà il giorno che asciugata ogni lacrima ,pulito e ricostruito ogni angolo di questo che era il nostro paradiso,torneremo a vivere e a guardare il cielo con lo stesso sorriso di alcuni giorni fa...MA ORA???
Giorno per giorno ci si abitua a tutto ,alla vita cambiata in un attimo,alle scosse che fanno sempre paura ma che poco a poco ci fanno abituare, alle persone e alle cose perse...e forse ci si accorge che quello che ritenevamo importante ,spesso, in fondo non lo era più di tanto...


Adesso bisogna ricostruire,le case e gli animi ,bisogna riconquistare la gioia di vivere ..ma la cosa forse più importante ,quella che non dimenticheremo mai , è la gioia dell'amore e dello stare insieme anche nelle difficoltà..
.e l'amicizia e la condivisione di molti sconosciuti che ,senza neanche sia stato loro chiesto ,ci sono stati ,ci stanno e ci staranno molto vicini...
A volte per aiutare basta una parola ,ma loro ,senza niente in cambio,hanno fatto di più..
Che il Signore con la sua divina bontà ,renda loro merito ,e più lieve la nostra sofferenza...


EMILIANO...

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa