Google+ Followers

giovedì 15 dicembre 2016

L'EMOZIONE DEL RICORDO..


Tutti sono a fare festa, a stare in famiglia per trovarsi tra persone che si vogliono bene, per ricordare con gioia gli attimi che hanno regalato vera felicità e per fare propositi perchè la vita sia sempre una festa.
Ma per qualcuno, per molti, la giornata ha un sapore diverso, solito luogo, solite persone, ma non solita atmosfera, forse perchè , tra la festa dell'anno scorso, degli anno scorsi e questa, qualcuno è andato via. I sorrisi forzati, le parole monche , i sussurri e gli sguardi che vanno dove fino a un po' di tempo fa c'era qualcuno a condividere la gioia.
Per me , da molti anni, non è più Natale, o meglio, non lo è come lo era prima, quando c'eravamo tutti, eravamo in tanti e neanche ci sfiorava l'idea che qualcuno ci lasciasse tristemente soli in questo lancinante dolore, reso più duro da questa aria di gioia che si respira.
A ravvivare il ricordo, ad un angolo della tavola , una candela accesa che con la sua flebile luce e debole calore ci porta alla mente vividi ricordi di felicità passate che non torneranno più.
Se solo si potesse , almeno una volta, sfidare tempo e spazio per scambiare anche solo due povere parole con chi non c'è più..che magari avrebbe avuto anche solo un vi amerò sempre da dirmi..se solo si potesse..ma non si può e allora la piccola luce, il debole chiarore freddo rappresentano l'anima di chi vive in questa vita le feste, ma ha il cuore affranto e anela a reincontrare, quando sarà il momento, le persone perse , per dire loro tutto l'amore che hanno seminato e meritato, un amore che , anche se triste adesso, è un po' il faro, il porto sicuro della mia anima, il luogo dove c'è sicuramente approdo sicuro per i marosi della mia tormentata anima.
Emiliano..

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa