Google+ Followers

lunedì 16 novembre 2015

QUESTA E' DA GIORNI CHE MI FRULLA IN TESTA..E' PER VALERIA , LA RAGAZZA ITALIANA MORTA A PARIGI..

A VALERIA..per me simbolo eterno di  realtà che credevo perdute




non ti conoscevo, ne ormai ti conoscerò più, ma mi ha colpito subito l'intensità del tuo sguardo, la bellezza che sapevi portare negli occhi e nel cuore di chi ti incontrava,con quel tuo  modo di essere gentile e buona.
Non ti conoscevo ma ogni attimo era buono per sentire , tra le miriade di notizie brutte e terribili, una che mi avrebbe colorato la giornata..quella che diceva che stavi bene, magari spaventata ma sana e salva.
Invece, col passare del tempo e con le speranze sempre più affievolite , è arrivata la notizia , prima incerta e ancora fonte di una disperata speranza e poi tragicamente vera , che tu angelo insieme a molti altri, non eri più tra noi, ma correvi felice per i verdi prati del cielo, premio sicuro alla tua immensa bontà, al tuo grande cuore.
Spesso, noi adulti, quelli che magari colpevolmente abbiamo rubato il futuro alle nuove generazioni, con la nostra mancanza di coraggio, il nostro egoismo, la nostra sicurezza fasulla, siamo portati a pensare che i giovani siano ormai la rovina della società, senza ideali, senza sogni, senza carattere per  cambiare il mondo..per fare insomma quello che non abbiamo fatto noi...invece tu eri l'esempio, come tanti altri ragazzi credo, che forse guardando meglio tanti giovani sono infinitamente meglio di noi che magari alla loro età , chiusi nei nostri  interessi personali, eravamo già vecchi e anche oggi portiamo dentro  la cattiveria di quello che non siamo riusciti a fare ed a essere.
Valeria, ti assicuro che nonostante la distanza e il fatto di non conoscerci, per me è come se se ne fosse andata una persona cara, una di quelle che quando incontri dai per scontate , ma che quando mancano sono ferite che dilaniano l'anima.  Riposa in pace e goditi sicuramente il premio che ti sei meritata con tutto l'amore che hai saputo dare , specialmente a chi ne aveva bisogno e se puoi, stai vicino a mamma e papà, affranti e storditi dal dolore, ma forti nella dignità che li ha portati ad educarti e farti diventare quello che sei stata..una stella che ha illuminato, purtroppo troppo poco, il loro lungo cammino insieme. Dalle loro facce , dai loro cuori straziati, dalle loro parole , non ho sentito una parola di odio e di condanna , solo pensieri felici per te che eri il loro mondo..non abbandonarli mai, anche solo col tuo spirito , specialmente adesso che frequentemente e dolorosamente, torneranno alla loro memoria le ultime parole che vi siete detti, magari banali, ma nell'oblio della sofferenza e con gli occhi bagnati dal pianto unico  barlume di gioia e di speranza per loro, fino a quando  non ci si troverà ancora tutti insieme per sempre a godere la ricompensa dei giusti..

Ciao Valeria, non ci siamo mai conosciuti, ma grazie per la lezione  che mia hai dato..

Emiliano...

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa