Google+ Followers

giovedì 27 maggio 2010

grazie agli amici di facebook

Capita,in certi giorni ,nei quali le persone di cui ti fidavi spariscono di sentirsi un poco ,col morale a terra e di vedere tutto nero ma è proprio vero che il futuro è così sfortunato?
In questi momenti ,penso a Stefania che da anni lotta ,in modo incredibile ,con un nemico più forte di lei,ma che non cede di un millimetro e ogni giorno,ritorna a combattere.
Penso a Barbara che con suo marito e con la sua felicità ,è per me, la prova vivente che l'amore eterno esiste e riempie la vita.
Penso a Silvana che non si ferma davanti a niente ,per difendere le sue idee e la sua terra.
Mi ricordo di Marisa che scrive e vive struggenti e bellissime poesie.
Il mio pensiero va a Catia sempre attenta e premurosa nei confronti di tutti,specialmente di chi ha più bisogno.
E che dire di Luca,amante come me della val di fassa ma impegnato assiduamente con lo studio da non frequentarla quasi più.
E Ivan così appassionato di una valle da scrivere un libro che la fa amare a chi lo legge,anche senza averla mai vista.
E i miei pazienti amici, del gruppo prigionieri dei sogni,che sia che mi in montagna,sia che leggano
quello che scrivo ,mi dimostrano con la loro pazienza infinita,la loro rara amicizia.
A tutti gli amici di facebook che senza conoscermi mi fanno molta compagnia e spesso mi sanno dare attimi unici di felicità.GRAZIE A TUTTI DI ESSERCI

1 commento:

  1. Grazie Emi,
    penso che il primo ringraziamento da noi tutti vada a te che parli di noi amici come gioielli rari, con grande stima e affetto.
    Sei sempre molto attento verso tutti noi e riesci sempre a trovare le parole adatte per ciascuno di noi.
    Orgoglioso di essere un tuo amico!

    Ivan

    RispondiElimina

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa