Google+ Followers

martedì 5 gennaio 2016

ALTRE MIE SCOMODE RIFLESSIONI..

In questi giorni, circola in rete un messaggio  attribuito a papa Francesco, bellissimo e commovente.. a parte che sembra che le parole non siano sue (AVVENIRE DI IERI pag.2 ) io credo che il personaggio in questione sia un grande e meriti la stima e l'amore che molti di noi gli attribuiscono,. Il problema vero è che il papa è un grande , ma la Chiesa, intesa come popolo di Dio , cioè tutti noi , fa acqua da tutte le parti.  In questo anno Santo si parla tanto di misericordia, espressione bellissima, ma vorrei ricordare ai miei amici che indegnamente se ne riempiono la bocca, che la misericordia va si ricevuta da Colui che è l'amore assoluto, ma va anche concessa nelle nostre piccole grandi beghe quotidiane.  Invece fra chi conosco ..e credo anche nel mio cuore , non vedo tutto questo slancio di generosità e perdono..anzi.  Parlando stamattina con la persona per ora più importante delle mia vita, le facevo notare che, nonostante da quasi un anno il non frequenti più la chiesa, ne a Messa ne altro, non ho ancora incontrato nessuno dei buoni cattolici che, col suo comportamento, la sua gioia di vivere, mi abbia fatto cambiare idea..anzi, credo di aver pazientato anche troppo. Io cerco sempre di vivere l'Ideale , pur con tutti i miei difetti e anche con fatica provo a vivere il messaggio Evangelico d'amore e bontà. Quando mi sono sposato, siccome io scrivo per gli altri , ma purtroppo nessuno poi scrive per me, avevo scelto una preghiera del grande papa PAOLO VI..SIGNORE FA CHE NON SIAMO FELICI DA SOLO..e dopo 26 anni, credo che un poco ho realizzato quel sogno..però credimi non mi viene nessuna voglia di vivere la Messa o peggio ancora di accostarmi alla Comunione. Probabilmente sarò dannato, ma credo che quando sarò giudicato, forse tutto questo amare mi servirà un poco.  Scusami per questo quadro un pò tetro e pessimista, ma a me danno fastidio , come canta un grande..LE FEDI FATTE DI ABITUDINI E PAURA..con una smisurata cattiveria aggiungo io, quindi Dio mi perdoni questi peccati di omissione. Solo un mio consiglio ai tanti cattolici che credo ci siano ancora..Quando recitate il Padre Nostro, alla fine invece di dire Rimetti a noi i nostri debiti COME noi li rimettiamo ai nostri debitori, provate a dire Rimetti a noi i nostri debiti NELLA MISURA IN CUI noi li rimettiamo ai nostri debitori e vedrete che una parola cambia tutto il senso, perchè è bella la MISERICORDIA, ma va meritata essendo MISERICORDIOSI..altrimenti anche tre messe e la comunione ogni giorno, non servono proprio a niente..

Emiliano..

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa