Google+ Followers

martedì 28 giugno 2016

DEDICATO A TUTTI I MIEI AMICI E AMICHE, VECCHI E NUOVI..

PASSIONE





Ho amato il lento cercare,tra le rughe nascoste della roccia,
con le dita stanche e dure per trovare l’appiglio giusto  e
issarmi con uno scatto nervoso ed elegante per uscire dalla
parete ripida,buia e pericolosa,verso la vetta inondata dal sole.

Ho amato le fredde sveglie mattutine al rifugio,con i preparativi
frettolosi per la salita e i controlli del materiale da scalata,
accompagnati dal leggero ma continuo brusio di molti altri,
condannati,come me,a cercare se stessi su queste magnifiche cime.
Ho vissuto e amato ogni tipo di tempo e di colori su queste
cattedrali di roccia e ghiaccio che sembrano sfidare l’infinito.
Ho amato e amo tuttora,il lento camminare che la ripidezza
del sentiero mi impone e l’arrivare,ancora dopo molti anni
e stupirmi della imponente magnificenza del creato.

Ho imparato ad ammirare il dissolversi lento delle nebbie mattutine,
il rialzare la testa dei fiori ,carichi di rugiada

 e ad apprezzare
il profumo acre e selvatico del bosco.
Amo tantissimo il rumore unico e sconcertante del silenzio,rotto
soltanto dal battito del mio cuore e dall’ ansimare dei miei polmoni
in cerca continua di aria.
Ho amato e amo le montagne,per quello che mi hanno dato e per
ogni attimo felice che ho vissuto con loro,impegnato a mettere
in gioco le mie sicurezze e la mia personale idea di comodità.

Amo pensare che la natura mi abbia aiutato a vivere e che,chi verrà
dopo di me,la troverà,come se io non fossi passato,integra e pronta
a regalare a molti altri,che hanno il coraggio e la forza di mettersi in gioco,la consapevolezza,oggi più che mai indispensabile,
di essere vivi e di cercare dentro a se stessi ,il senso vero e importante delle cose della vita.



 Ho scoperto anche la bellezza di avere amici veri, sempre pronti a dare una mano senza mai giudicare o scrollare il capo..e credo che sia il dono più bello che la montagna, il mio correre per sentieri e cime, mi abbia mai fatto.

2 commenti:

  1. perchè leggo della tristezza, tra le righe del tuo testo? Sembra un saluto mesto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quando hai tempo potrei spiegarti il perchè..

      Elimina

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa