Google+ Followers

mercoledì 2 novembre 2016

IL CASTELLO DI CARTA...

         
non sempre l'amore sognato è poi  l'amore vissuto..

              la cosa brutta non è tanto il fatto che io , nella mia solitudine  nonostante ti viva accanto, soffro tantissimo,  ma il fatto che tu , nella tua arrogante sicurezza, non te ne accorgi nemmeno..
Ho sacrificato i miei anni più belli, ti sono sempre stata vicino, credevo nell'amore , ma adesso mi accorgo che ero solo io ad amare la parte divisa da me , tu non facevi altro che amare te stesso e il tuo egoismo era così forte che pensavi di farmi felice...
Come un bambino che con le carte si ingegna e costruisce un castello, sempre più alto , sempre più bello ,sempre più difficile  ogni volta che sale di un piano, trattenendo il respiro fino a stare male per non farlo cadere, io ho sempre cercato di capire e carpire il bello e buono che c'era in te..ma come il ragazzo antipatico che poi faceva cadere tutto , tu hai fatto cadere la mia vita e mentre cerco di rimetterne insieme i pezzi, con dolore , con fatica,  tu ridi di me , sicuro che sia io a sbagliare..
Ma cosa ho amato ??? Una persona o quello che credevo lo fosse, ??? Un uomo o un essere che , sbagliando credevo di cambiare.???
Adesso dico che non ti amo più e forse non ti ho mai amato..nel senso vero dell'amore che è donazione reciproca e consapevole.. ma come faccio a credere che l'amore esista ancora???
Al mattino ,in macchina , quando il sole sorge con una luce  flebile , è bello ammirarne i contorni colorati, ma , quando viene alto e si riflette anche sull'asfalto accecando gli occhi, comincia a dare fastidio e non si può più guardare se non con gli occhiali che riparano da troppa e fastidiosa luce...
Ecco , quando penso al punto dove è la nostra storia d'amore , mi viene in mente questo paragone..
MA TU  COSA FAI PER ESSERE ANCORA DELIZIA E GIOIA PER I MIEI OCCHI ???




Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa