Google+ Followers

mercoledì 26 febbraio 2014



ALLA MIA SALITA PIU' BELLA


se ripenso a quel giorno in cui,il fato ha voluto che la mia vita assumesse un sapore più vero,e mi ha fatto conoscere te,che sei stata la persona che ha dato un senso a tutto il mio vivere,non posso non provare un moto di gioia e di commozione..
I primi anni ,freschi sposi ,ci divertivamo con malizia a provocarci ,tanto poi si sapeva come andava a finire e il nostro amarci sembrava ,anzi era ,immenso ed eterno come il respiro dell'infinito..


Adesso ,dopo molti anni , non possiamo più essere liberi come una volta però quando riusciamo ad essere complici,nonostante i il molto tempo passato ,per me è come fosse la prima volta..
Ai nostri figli spero ,con la mia felicità ,di aver fatto capire che ,anche se sembra raro ,l'amore eterno esiste e sa fare felici le persone che lo vivono..


Ho cercato ,col nostro stare insieme,di testimoniare che la fedeltà è una scelta ,gioiosa e consapevole e non una costrizione..che ogni giorno che passa ,l'amore cresce nella misura in cui so annullare una parte di me per arricchirmi di una parte dell'altro..
Nelle sere ,quando stanco non riesco a prendere sonno e sento il tuo respiro lento e regolare,mi rendo conto che la mia vita passata ,presente e futura ,avrebbe poco senso senza di te e che il mio vivere ,grazie a te si è trasformata in una avventura meravigliosa..


Grazie per le gioie che mi hai dato,per i problemi che insieme abbiamo superato e spero per gli ancora molti anni che il destino ci vorrà uniti ,nella buona e nella cattiva sorte ma sempre nell'amore che ci lega..



EMILIANO




Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa