Google+ Followers

venerdì 19 dicembre 2014

LA TRADIZIONE DEL NATALE..o meglio quello che ne resta..

E' notizia di questi giorni che in certe scuole, i direttori didattici, quelli che una volta chiamavamo presidi,escludono i segni del Natale per non offendere i fedeli di altre religioni.  Si potrebbe  dire che da loro non si usa così e se uno ci tiene alla testa in certi paesi  è meglio  non professare apertamente nessuna religione, ma, a me , che fa paura è il vuoto storico e culturale di certe menti eccelse. Uno può anche non essere religioso, siamo in un paese libero , ma negare che un evento avvenuto duemila anni fa e creduto salvante da un miliardo di persone, mi sembra un pò troppo fuorviante. Comunque se proprio si credono così moderni perchè soffocano le aspirazioni e i sogni della netta maggioranza , sono fatti loro, io non ho studiato come loro, però se fossero veramente onesti e coerenti, aprirebbero le loro scuole e lavorerebbero anche in quei giorni ai quali loro non credono..io la vedo così, troppo facile criticare e poi mangiare come gli altri, siate coerenti e facciate qualcosa di veramente serio e rivoluzionario. Però se mi permetti vorrei fare anche una critica a noi Cristiani che del Natale facciamo la nostra linfa annuale. Stamattina , mia moglie , ha visto una bambina e le ha chiesto cosa avesse portato S. Lucia, la santa che da noi il 13 dicembre porta i regali ai bambini.  La bambina le ha risposto che era contentissima , ma subito la mamma ha aggiunto che tra un pò arriva Babbo Natale. Babbo Natale ?? spiegatemi cosa centra con la nostra tradizione babbo natale..io credo che a Natale sia nato un bambino che avrebbe cambiato il modo di pensare e di vivere in tutto il mondo e di babbi natali non se ne parla. Perchè non torniamo a provare il magico stupore dei poveri pastori davanti alla culla di quel piccolo neonato..loro non capivano ma il loro cuore gioiva e diceva loro cosa fosse il vero amore che per un giorno ha reso più dolce la loro povertà. E' inutile osannare il presepe se poi si crede solo a babbo natale..che poi , scusa la mia bastiancontrarietà, ma anche il presepe non deve diventare un motivo di scontro ma di incontro e scambio di idee. Un pò di anni fa, ad un dirigente leghista , giustamente preoccupato per il crocefisso nelle scuole , ho fatto i complimenti , però gli ho chiesto se lui l'avesse in casa.  Alla sua risposta negativa, nella mia testa sono scesi un pò i punti di fiducia che gli avevo dato. Sbagliavo o avevo ragione?? A proposito, un'ultima provocazione..il primo gennaio non si festeggia capodanno, ma SANTA MARIA MADRE DI DIO, i padri della chiesa per iniziare bene l'anno nuovo hanno pensato di dedicarlo alla Madre di tutti noi e alla sua intercessione..eppure su certi calendari si legge 1 gennaio capodanno..poi lamentiamoci che la nostra storia , le nostre tradizioni vanno a perdersi..forse siamo i primi noi a non crederci fino in fondo o peggio a non conoscerle..

Emiliano..

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa