Google+ Followers

sabato 15 ottobre 2016

IO SONO COSI'...e non intendo cambiare...





io devo scusarmi con molte persone ,per la mia insistenza nel farle leggere cose che magari sono lontane anni luce dal quello che è in quel momento  l'interesse delle persone ,magari prese da ben altri problemi che non delle mie paranoie da pseudo scrittore...
Però vorrei spendere due parole per spiegare come sono io ,anche se penso che chi legge con attenzione ,lo abbia già capito...
Io non voglio risolvere i problemi del mondo con le mie parole ,nè cambiarlo e anzi ,penso che la prima cosa da cambiare sarebbe la mia tormentata anima,che come un cervo che beve alla sorgente ,solo in montagna , con gli amici veri sa abbeverare la sua voglia di pace...

Sono uno molto esibizionista,non lo nego, però ho costatato che nel mio gruppo la cosa serve molto ,perchè ognuno di quelli che vengono con me si sentono accettati e quando è sera ,per tutti ho avuto una parola buona che li fa sentire accettati e facenti parte di una realtà bella e felice...
Dovreste  vedere ,le facce sorridenti di che è arrivato in cima con me ,uno spaccaballe che non tace mai...incazzati a sangue, a parte.
Sono egocentrico e se non fosse così ,penso che non metterei a nudo , quando scrivo ,le mie emozioni che a volte sono private oppure laceranti ,vedi il dolore per le persone perse...
Io voglio che chi mi legge ,mi possa criticare ,ma sullo scritto,non sul vissuto che c'è dietro,perchè io mi piaccio così e in 23 anni non è riuscita a cambiarmi mia moglie ,quindi non succederà mai con nessuno..
So riconoscere i miei sbagli e a costo di prendere sberle in faccia ,li pago tutti uno ad uno e se qualche volta ho posizioni un pò difficili ,non è per partito preso,ma per esperienze vissute...

 
I miei amici mi apprezzano per questo, credo

 e mi stanno insieme volentieri ,anche perchè sanno che per loro andrei nel fuoco..
Se leggete e commentate le mie emozioni ,ho piacere,ma se non condividete il mio modo di vivere ,non posso farci niente ,io sarò sempre un testone che capisce poco.. e che cerca in montagna ,il senso vero del vivere e dello stare insieme..Ma,Una delle cose che veramente mi da fastidio è sentire persone che abitano al tuo paese dire alle spalle che tu sei quello un po’ matto che vedono ogni giorno andare in fabbrica a lavorare, quello che aveva il papà muratore e la mamma casalinga , cosa voglio scrivere a fare?’ A parte che non sempre è intelligente chi studia, anzi , io conosco emeriti coglioni laureati, credo che non sia facile mettere in gioco i propri sentimenti, le proprie gioie ma anche i problemi e le paure che spesso lacerano l’anima, però io lo faccio, bene o male non lo so, però ci provo , anche perché mi aiuta ad alleviare un po’ il dolore. Se gli altri non capiscono  non credo sia affare mio. Io però credo che l’invidia e la gelosia ..e credimi ne subisco molte, siano una delle malattie più brutte e stupide che uno possa avere, il problema che chi ne soffre ti rompe i coglioni..

Un piccolo appunto finale ,la domenica nelle gite,  conosco molte persone , amici e amiche nuove,e a mia precisa domanda se fossi come mi presento su facebook mi ha rispondono che sono meglio,anche più simpatico ,perchè e qui torna il mio spiccato egocentrismo ,quando parlo e sto vicino alle persone ,riesco a dare il meglio di me stesso...che ,umiltà a parte ,non è poco...


 Emiliano..

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa