Google+ Followers

domenica 4 gennaio 2015

PENSIERI IN LIBERTA'..


Stamattina, come al solito mi sono svegliato di buon'ora e come al solito, dentro di me, è iniziata l'eterna lotta sull'andare o meno a correre..
Io , tendenzialmente non sono pigro, però , nonostante la cosa poi mi rilassi e mi faccia sentire bene, facendomi gustare la sensazione di avere fatto la cosa giusta, faccio fatica a decidermi, vestirmi , mettere le scarpette ed andare a fare più di 15 km di corsa solitaria, con la sola compagnia della musica del mio mp3..

Però, come dicevo prima non sono pigro e nelle cose in cui credo , molto testardo per cui, lancia in resta sono andato e devo dire che stamattina la temperatura era piacevole, quasi calda, infatti il barometro  di un paese qui vicino segnava alla 9 , quattro gradi, che confronto ai meno 5 della settimana scorsa erano quasi afosi..

Bella corsa, quasi 19 km , ma la cosa più bella è stata la visione dei miei sogni, le mie amate cime in una luce particolare che mi ha segnato occhi mente e cuore..
Nel rosa mattutino, come sospese su una nuvola più scura, uscivano, alzavano la testa le cime che da lontano ammiro spesso, e anche qualcuna che ho avuto la fortuna di salire..La cosa bella era proprio il rosa dell'alba che ne sottolineava le linee aeree e perfette, il Grignone, il Resegone ,  la Grignetta..e anche molto lontano ma bellissimo nel suo isolamente il monte Rosa dal versante Ossolano, sembravano con la loro fresca bellezza sorridermi ed incoraggiarmi ad andare avanti, nonostante la fatica, nonostante il fiato corto, nonostante i muscoli che urlavano un pò straziati..

sono allenato è vero, però andare a correre ogni due giorni presuppone per me, almeno così credo dopo tanto tempo, accorciare un pò le distanze..ma come dicevo io sono testardo e anche un pò cretino per cui ho concluso la corsa e piacevolmente ho tenuto dentro di me, i ricordi di queste cime che, rosse dal primo sole mattutino, fanno arrossire me, che spesso non sono stato all'altezza della loro grazia, della loro bellezza..inutile dire che  in futuro, come in passato del resto, faranno parte , sempre , nel mio cuore , del mio personale bagaglio di sogni..quelli fatti e quelli , magari appena nati, ancora da fare..
Emiliano..

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa