Google+ Followers

domenica 8 marzo 2015

AUGURONI A TUTTE LE DONNE..


ci sarebbero tante, forse troppo parole, che poi magari domani passerebbero nella zona del cuore e del cervello, dove tutto viene dimenticato e si ritorna a vivere come ogni giorno senza curarsi del bene che si dovrebbe fare o di quello che si riceve , senza niente pagare.  Perchè sempre più spesso i nostri diritti sono dovuti e se chi ci vive vicino non può o non riesce ad accontentare anche i nostri capricci , a volte veramente gravosi ed insopportabili, abbiamo anche il coraggio di lamentarci.  Certo , potremmo farti gli auguri, portarti anche un fiore, tanto oggi lo fanno tutti, ma credo che più importante sarebbe , sempre e non solo un giorno, farci carico con te , dei pesi della vita.  Forse siamo gelosi del tuo poter essere madre, del rapporto esclusivo che hai coi nostri figli, ma, specialmente lontano dai tuoi occhi, quando siamo insieme ad altri come noi, non abbiamo il coraggio di dire ed ammettere tutto l'amore che abbiamo per la parte migliore della nostra vita. Se solo avessimo il coraggio di guardare meglio nel profondo dei vostri occhi per capire il bisogno di affetto e tenerezza che chiedete a noi col vostro impegno , ogni giorno , che a noi francamente sarebbe insopportabile..basta poco, una mano , una parola, una carezza, ma spesso il nostro orgoglio, che dà tutto per scontato, non ci permette di capire..tanto la vostra festa è una volta all'anno, e gli altri giorni  forse chiediamo solo una serva , un'amante, o peggio una psicologa.  Ma quante volte noi ci siamo in cui si sente prepotente il nostro aiuto??  Ecco , forse l'unica parola che possiamo dire oggi, e credo ogni giorno, è solo un grazie, per il vostro esserci vicino , sempre , specialmente quando il nostro io , non meriterebbe niente altro che gelida e ragionevole  freddezza..


Emiliano..

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa