Google+ Followers

domenica 14 luglio 2013

OGGI E' UN GIORNO PARTICOLARE...

oggi per molti , è un giorno speciale, un compleanno, un onomastico o una ricorrenza piacevole o triste , lo rendono unico e diverso dagli altri...
In molti festeggiano , in una nazione qua vicino , l'inizio difficile e tragico della nuova era dove la libertà dovrebbe essere di tutti..
Io invece , in questo 14 luglio , ricordo con piacere e passione , l'evento che molti anni fa , nel 1865 cambio' la vita di alcuni uomini che ebbero il piacere di essere protagonisti dell'impresa e forse la vita di molte altre persone che da allora sognano quegli attimi palpitanti e infiniti..

In quel lontano giorno , un manipolo di uomini , saliti dal versante svizzero, da Zermatt , ponevano i loro piedi su una vetta che allora era giudicata dai più inaccessibile , ma che per alcuni di loro era diventata un'ossessione..

Alcuni , nella discesa , scivoleranno per i neri e terribili strapiombi della immane parete nord e non torneranno più da quella impresa , ma i superstiti dell'impresa , hanno , realizzando il loro sogno, cambiato la vita delle due valli e di una miriade di persone..
La montagna in questione è il Cervino .
.montagna è riduttivo, per me il Cervino è un universo parallelo alla mia vita, io quella cima, il mio sogno più grande e ancora purtroppo inviolata, me lo vedo sotto gli occhi ogni sera che stanco appoggio la testa sul cuscino e coi pensieri leggeri e a volte coraggiosi, volo con la fantasia , ormai sempre più calante , sulle sue pareti e sulle sue rocce che il mio cuore riconosce ogni volta che il pensiero le sfiora...

Cosa non darei, per porre , come queglio uomini lontani ma sempre vivi nella mia memoria , i miei piedi accanto alla croce che accoglie gli ultimi sforzi dei fortunati che la possono vedere la vicino..

Io in dolomiti, ho realizzato molti sogni giovanili, magari anche più difficili della Becca, ma , come un pensiero , prima leggero e poi sempre più punzecchiante , il vedere e pensare a questa cima , a questo angolo di paradiso, mi fa un pò rabbia e a volte sembra prendermi in giro..MA COME..?? E IL SOGNO PIU' GRANDE ???..In effetti è il mio cruccio , ma penso e credo di essere ormai troppo vecchio per gli appigli e gli appoggi che ho sognato per anni e allora mi accontento di sognarlo ogni notte il mio Cervino e di ricordare , come oggi , gli uomini che nella storia , questa montagna ha saputo rendere grandi ed indimenticabili..

EMILIANO...

1 commento:

  1. rimettiti in forma,l'anno prossimo
    noi 2 proveremo a scalare la Montagna!
    skywalker

    RispondiElimina

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa