Google+ Followers

martedì 4 dicembre 2012

DEDICATO A CHI NON VUOLE CAPIRE ...E ROMPE LE BALLE..LA MONTAGNA E' VITA...

sono passati ormai dieci giorni , da quando alcuni amici, che come me amano la vita nelle terre alte , non danno più segno di vita nelle alpi Francesi..Io spero sempre in un miracolo , in un provvidenziale e incustodito rifugio dove sono al caldo e all'asciutto, però forse le speranze sono vane..
Come prima cosa , vorrei dire che c'è di peggio nella vita che morire in montagna....
c'è la morte nel cuore di chi , condannato da un male incurabile , soffre fino all'ultima stilla di speranza , fino a spegnersi, dopo infiniti dentro e fuori dagli ospedali e dolorosissime cure, sconfitti dal male..
C' è la morte dell'anima di chi non sa amare , che vive solo nel suo egoismo e nella sua rabbia, cercando di incattivire e sporcare tutto il bello che ha intorno..MA CHE VITA E' UN' ESISTENZA COSI'??'

Ma la cosa che mi preme dire , su questi amici  e che da un pò mi sta sul gozzo è questa..
SU TUTTI I GIORNALI  CHE PARLANO DI LORO, SI SOTTOLINEA COME FOSSERO ESPERTI, E' sottinteso il fatto che hanno sbagliato a salire una montagna in queste condizioni....
Ma io vorrei dire a questi soloni dei giornali, a questi esperti tuttologi dell'inutile , che l'alpinismo invernale fa parte delle molteplici attività di chi ama la montagna, quindi i rischi e i pericoli di questa attività sono conosciuti e accettati..
Io sono troppo vecchio e fuori allenamento per salite di questo tipo, anche se da giovane mi sono tolto qualche soddisfazione, però ti assicuro che la montagna , in inverno , ha un fascino particolare....è vero , fa freddo , è più faticoso e lento il passo , viene buio troppo alla svelta, però immagina un'alba sui pendii nevosi cementificati dal gelo , coi cristalli che riflettono le mille luci del sole e ti scaldano corpo e anima , regalandoti ricordi indimenticabili...
Il mio sogno , uno dei miei tanti sogni , è salire l'Antermoia in inverno, ma so che se in estate per me è quasi banale , in inverno qualche rischio c'è, partendo in primis dal tempo del percorso che penso debba triplicare almeno.. e se mi capitasse qualcosa??? sarei un matto che non conosce il senso della vita...
MA PERCHE' CERTE PERSONE DEBBONO SEMPRE GIUDICARE LA VITA DEGLI ALTRI ??
PENSINO UN PO' ALLA LORO..IO SICURAMENTE NON FAREI CAMBIO...IN NESSUN CASO...


, Emiliano...

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa