Google+ Followers

sabato 5 luglio 2014

CHE CONTA E' CREDERCI...
sempre ,nonostante tutto...


tutti noi, a torto o a ragione,continuiamo a lamentarci per come è la vita,che in effetti a volte non è il massimo, ma in quanti,io compreso e per primo, cerchiamo di fare qualcosa per cambiare cominciando dal nostro piccolo, il mondo che c'è intorno ???
Sono  sempre pronto a guardare e a criticare le scelte degli  altri ma io come vivo il mio tempo,che coerenza ho con le scelte che ogni giorno mi tocca fare ???


Ho cercato di insegnare ai miei figli a fare scelte e a seguirle nonostante tutto ,ma quante volte ,quando li vedo solo e magari delusi ,mi viene la tentazione di dire loro di lasciar perdere,di fare come la maggioranza e di cercare di essere più furbi ,perchè sono i furbi i padroni del mondo...???
Ho sempre cercato di farmi vedere da loro contento ,ma spesso mi devo sforzare perchè non è sempre facile andare fino in fondo...E poi tutti hanno la soluzione dei problemi e si permettono di giudicare il tuo modo di fare e lo stile dei tuoi insegnamenti..



I miei figli vanno in montagna perchè io li ho obbligati, ma fa niente se io e anche altri che vengono con me,li vedono felicissimi...A loro piace studiare e impegnarsi a scuola ,ma poverini alla loro età hanno solo bisogno di divertimento ,tanto la scuola serve a poco...Sappiamo solo giudicare gli altri senza guardare dentro a noi stessi,ma quello che penso e mi preoccupa è questo...Ma io e gli altri della mia età,che volevamo cambiare il mondo e renderlo più giusto,che mondo e che modo di vivere lasciamo ai nostri figli e a quelli che verranno dopo?? E' questo il mio dubbio di padre ed educatore..sto facendo  bene o sto creando dei falliti???



EMILIANO


Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa