Google+ Followers

venerdì 8 ottobre 2010

SCAMBIO DI IDEE ( spero ) SULLA DIFFICILE ARTE DELL'EDUCARE

Mi permetto ancora una volta di chiedervi un parere su certe scelte che faccio ogni giorno ,nel difficile compito di educare i figli..
L'altro giorno,in un supermercato,alla cassa ,sentivo delle donne che parlavano dei loro figli e sono rimasto allibito dal tono della discussione...sembrava facessero a gara a magnificare l'ora di rientro dei propri figli..e io che pensavo che l'importante nella vita dei ragazzi,fosse lo studiare o il lavorare seriamente...sbagliavo,un figlio non è nessuno se rientra prima della tre, e a scuola può anche prendere i 7 e i 8 . ma è e rimarrà uno sfigato...(purtroppo non sto esagerando.. )
E vogliamo parlare del sesso? se a 15 anni non l'ha cancora fatto ,c'è qualcosa che non va ed è e sarà sempre diverso dai suoi coetanei..(che poi sia vero è tutto da vedere,molti mentono con gli amici ,per non sfigurare...Io come genitore potrei cavarmela spiegando l'uso degli anticoncezionali,sarebbe piùcomodo ,un profilattico e via ,verso la libertà,ma il senso dell'amore,quello vero,chi lo insegna ai nostri figli?? Chi dice loro che dire ad una ragazza :TI VOGLIO BENE: significa voglio il tuo bene,quindi forse è meglio prima camminare un pò insieme e solo dopo un pò di tempo amarci??Chi insegna loro che se ami una persona ,devi anche saper aspettare che cresca e che sia pronta ad una delle cose più belle che la vita ci dona?? Lo ripeto ,io sarò fuori dal tempo ma secondo me ,noi genitori,in nome di una presunta libertà,abbiamo perso,per paura di far soffrire i figli,il senso dell'educarli ad una vita che non è come vogliamo noi, sempre in discesa,ma anzi è fatica e sudore ma anche soddisfazione..
Il mio discorso non è, nè religioso nè morale,ma parte dalla paura che i miei figli ,per i miei sbagli ,non sappiano amare ed alla fine si trovino soli ,o sappiano solo far soffrire le persone e questo è peggio..Voi cosa ne dite? sono io che sono sbagliato??

EMILIANO

3 commenti:

  1. Emiliano....che piacere sentire che qualcuno la pensa ancora come me.....proprio in questi giorni sono alle prese con il carattere forte del mio primogenito di 11 anni che ha appena iniziato le medie e già si sente grande...e io (forse un pò all'antica..non lo nego) che cerco di spiegare a parole ma se non basta pure con i castighi (niente cell,niente giri in bicicletta con gli amici che telefonano spesso e volentieri..)che la vita non è solo divertimento,che non è solo pretendere tutto e sempre di più ma un alternanza anche a quest'età di doveri e piaceri....non so se mi capisci perchè certamente non ho le tue qualità linguistiche nell'esprimermi ma i tuoi discorsi mi fanno sentire ..meno fuori dal mondo!!!!!! ciao alla prox e spero di leggere presto altre tue riflessioni...

    RispondiElimina
  2. non c'è bisogno di proprietà linguistiche ,che poi io non ho,ma di ruolo educativo di noi genitori..
    Certo è facile dire sempre si,ma dove porta? forse è meglio un franco dialogo e dei motivati no..e poi vedrai che i nostri figli capiranno e magari ci ringrazieranno..

    RispondiElimina
  3. Condivido in pieno.Io ho ancora i figli piccoli, e sono due maschi,e insegno loro l'importanza del rispetto.Spero capiscano con il tempo il valore della comprensione e della condivisione.Gli insegno a impegnarsi a capire prima di giudicare,di nn deridere ,di nn fermarsi alle apparenze. A volte sono dura, ripetitiva,sono l'eco che un domani rimbomberà dentro le loro coscienze...perchè nn mi stancherò di ripetergli che un gesto d'amore è un atto di volontà e nn è solo il "caso "che ci muove verso l'altro.
    E poi, gli racconto di come gli anziani sono stati bambini, che il loro corpo parla della loro vita e di una dignità conquistata.NN si devono fermare alle apparenze,e sono tremendamente pronta sempre a usare la forza della ripetizione.
    Rispetto all'educazione sessuale,son certa che è meglio attendere quantomeno la maturità fisica.Sono una madre rompi insomma,ma che abbraccia e dice "ti voglio bene" nn perchè ho bisogno di essere ricambiata...ma affinchè loro sentano questo bene che gli va incontro.Ciao Cari Genitori!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Filo roby

    RispondiElimina

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa