Google+ Followers

sabato 11 dicembre 2010

anche il banale cielo,senza nuvole ,di questi giorni invernali ,ha il suo particolare fascino e qualche volta ,per me che mi accontento , dona sensazioni simili ai miei cieli ammirati nelle mie salite in montagna..
Le stelle così grandi e splendenti ,visto che la luna è alla sua ultima falce,sembrano tanti occhi ,spalancati sul mondo per accudirlo e amarlo..
A guardare questa meraviglia della natura ,l'animo si eleva leggero e con la fantasia mi piace tornare a tutte le gioie e le soddisfazioni che il mio salire montagne mi ha saputo dare...Con un pizzico di malinconia ,il mio ricordo corre all'altopiano di Siusi ,ammantato di neve ,con la scogliera corallina del sassolungo a fare da palcoscenico alla meraviglia della natura..Ripenso all'arrivo in cima al Palon De Resy in val d'Aosta con il pianto che mi è sgorgato improvvisamente quando dall'altra parte ho visto il maestoso ghiacciaio tempestato di minuscoli laghetti color smeraldo..E non dimentico cima Cadine aerea cresta sospesa su un vertiginoso precipizio,con le sue gole selvagge e i suoi ripidi ghiaioni..Ma la cosa che più mi ricordo con piacere ,è la presenza ,in questi sogni realizzati di ottimi amici che mi fanno ,veramente sentire al proprio posto su qualsiasi montagna salga..Forse non li merito ma questi amici ,nei momenti bui ,li ricordo ad uno ad uno e riprendo forza per continuare nel difficile ma alla fine bellissimo cammino della vita..
EMILIANO

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa