Google+ Followers

giovedì 17 gennaio 2013

IL CORAGGIO ....E FORSE L'AZZARDO DELLA MATURITA'...'

A volte mi capita..
e ti confesso che mi vengono i brividi di freddo, 
 di sentire una mamma, parlando dei propri figli, 
 dire che i figli devono essere liberi
 e devono provare tutto , anche la droga....
A parte che , sempre secondo me, la libertà dei suoi figli, si deve fermare al limite di quella dei miei, altrimenti  è bullismo bello e buono, mi sembra che a questi genitori manchi  un pò il senso delle cose...
Essere liberi non è fare quello che si vuole, ma fare quello che è giusto.. e il fatto che qualcuno soffra e abbia dispiacere nel nostro comportamento, non mi sembra di fare le cose giuste...
IO NON VOGLIO INSEGNARE NIENTE A NESSUNO, MA CREDO CHE SPESSO LA NOSTRA VOGLIA DI CONCEDERE LIBERTA' AI NOSTRI FIGLI, NON SIA ALTRO CHE UN COMODO ABDICARE AL NOSTRO RUOLO DI EDUCATORI...
Certo che educare è fatica , specialmente oggi, però è imperativo di noi genitori farlo, senza continuare a lamentarsi dei tempi malati o continuare a dare colpe ad altri dei nostri momentanei insuccessi...
Mi piace chiamarli insuccessi e non fallimenti, perchè i conti si faranno alla fine e magari non saremo neanche noi a farli ma altri...A ME PIACE PENSARE DI ESSERE RESPONSABILE SOLO DELLA SEMINA E DEL CRESCERE DEGLI IDEALI, POI SARANNO ALTRI SPERO A RACCOGLIERE...
Per me educare è come fare una salita in roccia...
la parete è ripida, faticosa repulsiva, ma io che mi sento esperto vado per primo e provo i passaggi...
chi viene dopo di me,arrampica sicuro perchè se dovesse cadere è trattenuto dall'alto e non si farebbe male
però con questa certezza può provare, sempre seguendo la via logica, altre varianti, magari più logiche o più belle...quello che conta è che alla fine il cammino è già segnato ...E L'AVVENTURA DELLA VITA E' PIU' ESALTANTE....PERCHE' C'E' SEMPRE IL RISCHIO DI CADERE, PERO' E' MINORE QUELLO DI FARSI MALE..
MAGARI SBAGLIO , MA PER ME , LA BELLEZZA E LA FATICA DELL'EDUCARE E' QUESTO, POI MAGARI O SENZ'ALTRO LORO SARANNO MEGLIO DI ME...MA LA RETTA VIA L'HO INDICATA IO....E LA LORO LIBERTA' E' STATA PROPRIO QUELLA DI SEGUIRLA E VIVERLA FINO IN FONDO, PER POI SCEGLIERE LIBERAMENTE,IL SENSO VERO DEL VIVERE...

TU COME LA PENSI ???

EMILIANO...

1 commento:

  1. Per educare i figli è necessario essere presenti. A me non è stato concesso questo privilegio. Qualcun'altro ha deciso che io fossi tagliato fuori e la Legge gli ha dato ragione. Senza la presenza non si può pretendere di educare. Beato te che puoi scegliere, per me lo ha fatto qualcun'altro e se avessi tentato di oppormi lascio immaginare le conseguenze.

    RispondiElimina

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa