Google+ Followers

martedì 21 settembre 2010

CARLO NON FARLO (non farlo non c'entra niente ,ma mi piace la rima )

ho le gambe a mollo da ore,la schiena comincia a farmi male per lo sforzo,quanta sabbia e ghiaia avrò spostato col badile e quante volte avrò passato al setaccio il greto di questo torrente? Alla sera ,sono un uomo stanco morto,ma quando trovi la pagliuzza d'oro che può cambiarti la vita,la gioia è immensa..
Quando penso all'amicizia con te,è questa l'immagine più ricorrente,perchè per me ,la tua amicizia,che io considero immeritata, è una delle fonti di gioia più copiose..
Io ho altri amici, ma è solo con te che ho un rapporto così speciale,con te ,ci si capisce ancora prima di parlare, a te, posso rivelare segreti sulla mia vita che solo tu puoi sapere,con la delicatezza di non giudicare e magari se possibile darmi una mano..
Io penso che tra i tanti amici coi quali sono andato in montagna,tu sei l'unico che ha avuto il coraggio di legarsi con me su una parete rocciosa e quel ricordo è per me perenne fonte di piacere,vederti uscire dalle difficoltà con la corda tesa che io recuperavo piano piano,è stata per me una grande soddisfazione e se al momento sembrava una cosa banale,per me non lo è stata..
Carlo ,grazie di esserci come sei e di avermi accettato con tutti i miei difetti,con l'unica ricompensa per te ,di condividere con me molte belle salite,non sarà importante ma ,secondo me ,la nostra amicizia più si sale,più cresce..
EMILIANO

1 commento:

  1. era doveroso.. un grande appartenente e membro fondatore dei "prigionieri" merita questo ed altro.. grande ciarlie..!!=) by gio.prigioniero!!

    RispondiElimina

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa