Google+ Followers

giovedì 21 giugno 2012

AL MIO FRATELLONE..non pensavo mi mancassi così...

CIAO      GIUSEPPE
12 02 1951     21 06 2012

E' finita ,
hai smesso di soffrire,però anche se ti ha molto debilitato ,il male non ti ha mai vinto appieno e bene o male ti sei fatto la tua vita ,nonostante le cure ,lo strazio dei dolori,le gioie e le speranze di una guarigione che poi non è mai arrivata...
Domenica già si vedeva che si avvicinava la fine
 e chi mi dice che quando eri perso nei tuoi pensieri  e non ascoltavi quello che dicevamo ,
eri già con la mente e col cuore ,dove sei adesso ,in compagnia della tua amata moglie e della nostra mai dimenticata mamma...
Io sono fiero delle volte che in montagna o nella vita ti sono stato vicino e sai qual'è l'ultimo ricordo che ho e avrò sempre di te??'
Prima di lasciarti ,con la speranza di vederci ancora ,ti ho detto che domenica andrò all'Antermoia e mi hai sorriso....un sorriso così bello e sincero che di colpo sembravi guarito da ogni male e pronto a rimetterti  zaino e scarponi per faticare con questo tuo fratello che nonostante lo ritenevi un pò matto , ti inorgogliva  per questo suo amare le montagne sopra ogni cosa...
E sai perchè sorridevi ?? solo adesso ,con il triste oblio dei ricordi mi torna in mente il tuo prendermi in giro perchè tu l'avevi fatta la ferrata dell'Antermoia e io no..e tu dicevi sempre che è facile..
Il grande e infallibile alpinista che si faceva bagnare il naso da un escursionista un pò ingrassato e avanti con gli anni...
Come scherzavamo per questa tua avventura..
Sarà facile però da dove sei , prima o dopo vedrai che la farò anche io..in tua memoria
però ti assicuro ,non sarà per niente facile ,perchè ad ogni passo ,fino in cima,dove magari mi scioglierò in un pianto liberatore come quello di oggi, sarà un ricordarsi del mio fratello sfortunato e in debito con la felicità, che ha condiviso con me gioie e dolori di una vita ..
ma che ha voluto ,magari a modo suo ,ma molto,volermi bene fino alla fine..
E QUESTO IO NON LO DIMENTICHERO' MAI...
CIAO GIUSEPPE..se  salendo sulle rocce che tanto amo ,vedrò una nuvola bianca e bellissima ,penserò che è la tua seggiola per guardare e proteggere il tuo fratello che salendo cime cerca un senso vero al vivere..
CIAO ...ORA RIPOSA  E GODITI IL SONNO DEI GIUSTI..
TE LO SEI VERAMENTE MERITATO...




Emiliano

7 commenti:

  1. Grande Emiliano, cordoglianze vivissime.
    Nel fine settimana cercherò anch'io una nuvola bianca sulla quale immaginare tuo fratello seduto a guardarci dallp'alto.
    Ciao, un abbraccio!
    Loris

    RispondiElimina
  2. Ciao Guida, le mie condoglianze ed un forte abbraccio.
    Ci vediamo Domenica e dedicheremo la salita a GIUSEPPE !!

    Cigo

    RispondiElimina
  3. parole bellisime emi... e ti confesso che una lacrima è scesa nel sentire il tuo saluto a tuo fratello... domenica cercheremo tutti una nuvola bianca... le mie piu sentite condoglianze ate e tutta la famiglia anche a tuo fratello che ho conosciuto... vi sono vicina col cuore.. e una preghiara..giovanna

    RispondiElimina
  4. Caro Emiliano, ti sono vicina in questo momento, anche se non ci siamo mai visti. Grazie di aver condiviso il tuo pensiero, molto bello e pieno di speranza. Un abbraccio... con amicizia.

    RispondiElimina
  5. motta giuseppe22 giugno 2012 10:03

    Le mie piu' sincere condoglianze

    RispondiElimina
  6. un abbraccio davvero sincero.
    Nicoletta

    RispondiElimina
  7. Bellissimo è profondo dialogo che esprime l'unione e l'amore che ti legava a tuo fratello e che vi legherà per sempre.....condividendo ancora quei monti il suo ricordo e la sua presenza sarà sempre viva nel tuo cuore,perchè è nel salire in vetta verso il cielo azzurro che più ci si sente vicini a Dio e in comunione con i nostri cari .
    Un caro abbraccio.
    Mauro Savorelli

    RispondiElimina

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa