Google+ Followers

lunedì 18 giugno 2012

NON E' GIUSTO CHE L' UOMO SIA SOLO...

una  amica mi faceva notare che ,nelle letture della messa di ieri ,c'era questo passaggio..
NON E' BENE CHE L'UOMO SIA SOLO..
e mi diceva di essere entrata in crisi perchè ,essendo single ,si sentiva fortemente in difficoltà..
Secondo me la bibbia ,in questo passo della Genesi ,non si riferisce solo al fatto della vita a due ,ma alla vita in generale..
PER ME NON E' SOLO CHI NON TROVA LA SUA META', E' SOLO CHI NON SA AMARE E SA SOLO CHIUDERSI NELLE SUE CERTEZZE EGOISTICHE...
Quante volte in una piazza strapienadi gente allegra e vociante mi sento desolatamente solo e anche quante altre volte ,solo in cima ad una montagna mi sento in compagnia di persone che magari neanche conosco e che in effetti non ci sono ,ma che respirano con me ,l'alito divino della vita...
Quanti sposati non sanno perdere un pò di se stessi a favore dell'altro e ,anche se fanno una vita insieme all'altro non riescono mai ad entrare nel loro cuore???
NON E' SOLITUDINE QUESTA???
Io resto solo se chiudo me stesso all'altro e non so aprire neanche uno spiraglio alla novità che le persone ,anche appena conosciute mi potrebbero portare.. e resto e resterò solo per sempre..
Non si è soli se si ha qualcuno da pensare e da amare ,anche se non corrisposti..si è soli se si ritiene di fare tutto giusto e di chiudersi nel proprio guscio..
NON SO , MAGARI SARANNO CAZZATE..MA E' SOLO CHI VUOLE SENTIRSI COSI' ..SE QUALCUNO HA BISOGNO DI ME,E FINCHE' NE AVRA' IO NON SARO' MAI SOLO..
ANCHE SE LA VITA NON MI HA FATTO INCONTRARE LA PERSONA PER DIVIDERE IL MIO VIVERE...


EMILIANO...

1 commento:

  1. Bravo Emiliano, a leggere ogni passo della Bibbia in senso letterale se ne perde il senso generale che è quello che hai sottolineato! Come avrebbe detto Agostino: ama e fa quello che vuoi! Speriamo che il Sinodo si ricordi che questo è il centro del cristianesimo e non dottrine costruite dagli uomini su interpretazioni del passato che non hanno senso oggi!

    RispondiElimina

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa