Google+ Followers

martedì 20 marzo 2012

LA FESTA DEL PAPA'..il giorno dopo...

è inutile che ce la prendiamo,la festa del papà,per quanto sia bella ,non sarà mai come come la festa della mamma...Noi papà ,a volte considerati poco ,a volte colpevoli di tutto ...ma perchè nessuno crede alla difficoltà di essere padre oggi??'
Già appena arriva un figlio,se non prima a volte ,le cose cambiano e sul podio della tenerezza con la persona che si ama ,si scende di almeno un gradino ,mentre si assiste all'attaccamenti ,quasi maniacale e logico ,del bambino con la propria madre...Quante volte ,nell'allattamento ,noi papà non possiamo neanche parlare..disturberemmo e rovineremmo l'intesa fra madre e figlio...


Poi i figli crescono,ma il legame con la mamma è inversamente proporzionale a quello col papà.. e se la mamma ,un pò chioccia ,tende a trattenere il piccolo sotto le sue attenzioni ,il papà ,colpevolmente ,anche per riavere un pò di spazio che gli compete, lo vorrebbe già inserito nella vita fuori..Ci sarà da ridere ,ma questo è uno dei momenti più delicati per l'educazione e forse quelli più forieri di litigi tra genitori..tra l'altro poi ,gli altri ne sanno sempre più di voi e ,specialmente quelli che non ne hanno ,di figli, sono i migliori genitori..


Io penso che poi sia l'amore ,quello vissuto in famiglia ,
quella forza che manda avanti la vita di mamma e papà ,l'educazione migliore dei figli e il fatto di insegnare che la vita è bella ,ma non è perr niente facile e che la famiglia deve servire a poterla prendere in mano  con la consapevolezza della difficoltà di camminare in un certo modo  nell'avventura dell'esistenza..Un cammino non facile ma con un ricordo dell'adolescenza bello e fruttuoso ,dove i genitori avevano ruoli diversi ma complemantari e dove si è imparato che non tutto è dovuto,ma anzi che le cose difficili sono le più belle da conquistare...
E se fossi riuscito a far capire questo alle mie due ragioni di vita ,forse a qualcosa sono servito...


EMILIANO..un papà ,per ora felice...

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa