Google+ Followers

venerdì 16 marzo 2012

UN PO' IL MIO TESTAMENTO...

verrà il giorno,presto o tardi ,in cui dovrò lasciare questa carcassa che è il mio corpo, vecchio,stanco e pieno di traumi e libero, mi alzerò ,nella mia essenza più vera,il mio spirito,verso COLUI che ,avendomi fatto il grande dono della vita,così belle e unica,dovrà giudicare che cosa ne ho fatto del suo grande dono...Probabilmente LO troverò diverso da come me lo immagino,non un vecchio che mi aspetta per giudicare i miei tanti errori,ma  L' AMORE fatto persona che ,dispiaciuto ,mi farà vedere nella mia vita ,le mie mancanze d'amore...Il suo giudizio non sarà grave ,in quanto sarà grande il mio dispiacere per le volte che non ho conosciuto l'amore per gli altri e per LUI ,che fin dalla nascita mi aveva messo nel cuore...E' questo il peccato , sprecare e non riconoscere l'amore di cui siamo fatti...
Io nasconderò le mani ,perchè sono troppo belle e sane e non lacere  e sanguinanti per il continuo scavare nel dolore del mondo...Chiuderò gli occhi ,perchè spesso non ho saputo vedere  ,vicino a me ,l'occasione d'amore che LUI mi dava per dare un senso al mio vivere...Cercherò di ascoltare il mio cuore e vedrò se nel suo lungo e infaticabile battere ha saputo essere vicino e d'aiuto a chi lo ha cercato per accompagnarsi e aiutarsi nel lungo cammino..Il PADRE ,alla fine cercherà di consolare la  mia espressione affranta e sconsolata perchè ho capito le occasioni che ho buttato per vivere il dono dell'esistenza e essendo l' AMORE assoluto mi amerà ancora una volta e mi riterrà suo figlio come per tutta la vita... e mi aprirà la porta... e allora ,credo che il paradiso sarà come lo immagino..un luogo dove è tutto amore e solo quello.... e dove ,uno alla volta rivedrò e amerò ,tutti quelli che in vita ,hanno fatto un pò di strada con me ed hanno aiutato il mio camminare verso la gioia più completa..gioia e felicità da vivere insieme e che nessuno ci toglierà msai...


EMILIANO

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa