Google+ Followers

sabato 10 marzo 2012

IO SONO COSI'...e non intendo cambiare...

io devo scusarmi con molte persone ,per la mia insistenza nel farle leggere cose che magari sono lontane anni luce dal quello che è in quel momento  l'interesse delle persone ,magari prese da ben altri problemi che non delle mie paranoie da pseudo scrittore...
Però vorrei spendere due parole per spiegare come sono io ,anche se penso che chi legge con attenzione ,lo abbia già capito...
Io non voglio risolvere i problemi del mondo con le mie parole ,nè cambiarlo e anzi ,penso che la prima cosa da cambiare sarebbe la mia tormentata anima,che come un cervo che beve alla sorgente ,solo in montagna sa abbeverare la sua voglia di pace...


Sono uno molto esibisionista,non lo nego, però ho costatato che nel mio gruppo la cosa serve molto ,perchè ognuno di quelli che vengono con me si sentono accettati e quando è sera ,per tutti ho avuto una parola buona che li fa sentire accettati e facenti parte di una realtà bella e felice...
Domenica dovevate vedere ,sopra ortisei ,le facce sorridenti di che è arrivato in cima con me ,uno spaccaballe che non tace mai...
Sono egocentrico e se non fosse così ,penso che non metterei a nudo , quando scrivo ,le mie amozioni che a volte sono private oppure laceranti ,vedi il dolore per le persone perse...
Io voglio che chi mi legge ,mi possa criticare ,ma sullo scritto,non sul vissuto che c'è dietro,perchè io mi piaccio così e in 23 anni non è riuscita a cambiarmi mia moglie ,quindi non succederà mai con nessuno..
So riconoscere i miei sbagli e a costo di prendere sberle in faccia ,li pago tutti uno ad uno e se qualche volta ho posizioni un pò difficili ,non è per partito preso,ma per esperienze vissute...


I miei amici mi apprezzano per questo e mi stanno insieme volentieri ,anche perchè sanno che per loro andrei nel fuoco..
Se leggete e commentate le mie emozioni ,ho piacere,ma se non condividete il mio modo di vivere ,non posso farci niente ,io sarò sempre un testone che capisce poco.. e che cerca in montagna ,il senso vero del vivere e dello stare insieme...


Un piccolo appunto finale ,domenica ad Ortisei ho conosciuto Giovanna ,una ragazza amica di Bolzano..e a mia precisa domanda se fossi come mi presento su facebook mi ha risposto che sono meglio,anche più simpatico ,perchè e qui torna il mio spiccato egocentrismo ,quando parlo e sto vicino alle persone ,riesco a dare il meglio di me stesso...che ,umiltà a parte ,non è poco...


Emiliano...

3 commenti:

  1. guida , non cambiare,
    se il buon Dio ti ha fatto cosi' e', perche' hai dei compiti da fare , e uno di questi e': di coinvolgere le persone alla bellezza della natura, poi se le persone recepiscono ti seguono , altrimenti non sono ancora mature per assaporare cio'.
    Io mi dico sempre :
    l'lmportante e' essere se stessi e, stare bene dentro di noi , la ricchiezza e' quella ineriore .
    Ciaoe.. resta cosi'.
    (lo dico sempre anche a mio marito, un po' vi assomigliate )
    mariella

    RispondiElimina
  2. ti sei descrittp tale e quale come sei. per quel poco che ti ho conosciuto... va benissimo cosi. vai dritto per la tua strada e non cambiare....giovanna

    RispondiElimina
  3. Beh io non ho avuto modo di conoscerti di persona e sono capitato qui quasi per caso ma ho curiosato un po` tra i tuoi post e a parte alcune qualita' che nelle giuste dosi ritengo indispensabili per affrontare la vita come egocentrico rompiballe esibizionista, una mai menzionata ma sottointesa e onnipresente e forse è la più importante... il CORAGGIO, il coraggio di spogliarsi esibendo i sentimenti più profondi che talvolta le persone nascondono anche a se stessi. Ciao

    RispondiElimina

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa