Google+ Followers

giovedì 19 aprile 2012

AVERE O ESSERE ??? QUESTO E' IL PROBLEMA...

anche io ,come molti altri ho le mie colpe, però non mi piace come è impostata la mia vita ,perchè ho la netta impressione che ,purtroppo ,nelle vita di oggi ,l'avere abbia il predominio sull'essere e determini sempre più spesso ,frustrazioni e infelicità...
Eppure basterebbe poco per essere  felice,un lavoro, un pò di cibo ,un pò d'acqua e l'amore ,unito alla voglia di vivere e alla capacità sempre più difficile di avere sogni ,che però non siano legati al denaro o allo stile di vita...
Quando mi chiedo cosa ho io dalla vita,concludo che la ricchezza più grande sono la mia famiglia e la mia voglia di mettermi in gioco sulle montagne,quella voglia che mi fa sentire conquistatore dell'inutile ma che però riempie e sa dare un senso più bello e nuovo alla mia esistenza...
A volte mi chiedo cosa ho insegnato e lascerò ai miei figli e di risposte ne ho tante ,visto che per ora mi fanno solo essere felice,però forse la cosa che mi fa più piacere  nel loro vivere e che forse è anche un pò merito mio,è la capacità di compatire..
Ma non compatire nel senso di fare finta di niente davanti agli altri,   ma compatire nel vero senso della parola , cioè patire insieme ,che vuol dire sapersi abbassare per capire e condividere il dolore delle persone che la vita ci fa incontrare.. insomma essere ,quando si può ,portatore di gioia a chi sta nel dolore e nella vera povertà...PER ME LA POVERTA' PIU' GRANDE  E' ESSERE SOLI,per cui avere la forza di esserci anche quando tutti se ne vanno e voltano le spalle...
Sull'avere ,avrei una cosa da far notare ,ma per me molto importante ,non conta e non fa crescere l'amore ,dare vestiti firmati oppure altri segni di ricchezza per essere uguali agli altri,che conta ,è esserci nei momenti topici della vita , per rallegrarsi insieme oppure per piangere,perchè sono sicuro che questi attimi sono il vero tesoro e quando noi ce ne saremo andati per sempre ,per i miei figli ,i ricordi dei momenti passati insieme ,saranno unguento e balsamo che sapranno curare il dolore del momentaneo distacco e forse saranno come fonte di acqua fresca ,come quella di una cascata alpina,sulla sete inestinguibile d'amore che sempre la vita richiede...


EMILIANO...

3 commenti:

  1. Sono una tifosa dell'essere! Grazie Lis

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Che dire...OK può bastare? Ciao Emi.

    RispondiElimina

Post più popolari

ai giovani

sempre più spesso si sentono criticare i giovani,perchè sono vuoti ,leggeri e non hanno ideali..Ma noi adulti che mondo abbiamo lasciato a questi ragazzi? Le nostre lontane lotte,cosa ci hanno dato da tramandare ai giovani? Noi che allora eravamo idealisti e lottavamo per i diritti,che tipo di mondo abbiamo poi creato per chi è venuto dopo? secondo me ci siamo adagiati sulle comodità e chi è rimasto quello di quei tempi è considerato un fuori di testa